CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA              

 

                                                                                                                                         PREMESSO CHE

 

  1. Le parti intendono applicare le seguenti clausole a tutti i rapporti commerciali, anche futuri, tra le stesse,
    consistenti nella vendita all’acquirente, da parte del Fornitore, dei beni elencati nei preventivi e nelle conferme d’ordine. Le stesse, costituiscono parte integrante di ogni ordine di merce, scritto o verbale, diretto all’azienda di cui in intestazione, di seguito denominata anche “Fornitore” da parte del cliente, di seguito denominato anche “Acquirente”.
  2. Il presente contratto annulla e sostituisce ogni precedente intesa o accordo tra le parti sull’argomento in
    oggetto;

Tanto premesso e facente parte del presente contratto

SI STIPULA E SI CONVIENE QUANTO SEGUE

  1. Oggetto del contratto
    In virtù del documento retrostante, il Fornitore si impegna a consegnare all’Acquirente, secondo le modalità indicate, i Beni presenti in elenco.
  2. Definizioni
    Ai sensi del presente Contratto, i termini di seguito elencati avranno il seguente significato:
  • Notificazione/Comunicazione: documento scritto ed inviato tramite un mezzo di comunicazione che assicuri la prova e la data di ricezione;
  • Giorni feriali: tale termine indica tutti i giorni salvo il sabato, la domenica ed i giorni festivi;
  • Beni/Prodotti: complesso dei beni prodotti e forniti dal Fornitore;
  • Proposta d’acquisto/Ordine: dichiarazione dell’Acquirente di voler acquistare un determinato bene o prodotto a un certo prezzo;
  • Preventivo/Offerta: stima dei costi necessari alla realizzazione della fornitura da parte del Fornitore;
  • Fornitura: concedere un bene o un prodotto in un’unica soluzione;
  • Conferma d’ordine: notifica il ricevimento di un ordine del cliente e definisce integralmente il prodotto ed il servizio che deve essere fornito e le relative condizioni di fornitura.
  1. Caratteristiche prodotti
    L’Acquirente, con l’accettazione della merce, riconosce di aver attentamente esaminato le caratteristiche tecniche, funzionali ed estetiche dei prodotti ordinati e di ritenerle idonee all’uso cui intende, direttamente o indirettamente, destinarli. Si impegna inoltre a non apportare alcuna modifica al prodotto e a rispettare, dichiarando di conoscerle, le sue corrette modalità di utilizzazione.
  2. Ordini e Conferme d’ordine

4.1 Nei casi in cui L’Acquirente invia un ordine o una proposta d’acquisto al Fornitore, lo stesso dovrà indicare il numero d’ordine, l’esatta indicazione dei beni ordinati con riferimento eventuale al loro codice prodotto, la loro quantità, il prezzo unitario e complessivo, i termini di pagamento, il luogo di destinazione ed eventuali ulteriori istruzioni per la consegna. Il contratto è concluso se l’Acquirente firma per accettazione la conferma d’ordine del Fornitore, senza apportarvi modifiche.

4.2 Nei casi in cui il Fornitore invia un preventivo o una offerta all’Acquirente, il contratto è concluso solo se compilato in ogni sua parte, firmato e senza ulteriori modifiche inviato dall’Acquirente al Fornitore, entro la scadenza prevista dal preventivo stesso. L’offerta si riterrà valida per la durata indicata nel preventivo. Il contratto di vendita si riterrà in ogni caso perfezionato al momento della conferma d’ordine da parte del Fornitore.

4.3 Comunicazioni verbali in sostituzione dei documenti non sono valide.

4.4 Qualora il proponente/acquirente recedesse dalla proposta di acquisto, oppure si rifiutasse di ricevere il materiale venduto, dovrà corrispondere alla fornitrice, a titolo di penale ai sensi dell’art. 1382 del codice civile, entro dieci giorni

dalla richiesta, la somma pari al 40% del prezzo convenuto, oltre agli interessi di mora ex. D.LGS. 231/2002.

4.5 Termini e condizioni differenti da quelle indicati nel presente contratto e/o nei documenti sopra indicati (preventivi e conferme d’ordine) non sono accettati dal Fornitore e non sono considerati vincolanti per quest’ultimo.

4.6 L’acquirente, con l’ordine o l’acquisto, si assume la responsabilità dell’osservanza di tutte le norme di legge, incluse quelle in materia di sicurezza (D.lgs. 81/2008 e succ. modifiche ed integrazioni) e pratiche e/o autorizzazioni e/o certificazioni previste, relative all’impiego delle merci acquistate.

 

  1. Prezzi e dati della merce

5.1 I prezzi sono indicati nel preventivo o nella conferma d’ordine e, ove non diversamente specificato, si intendono espressi in Euro, al netto di IVA e non comprendono in ogni caso oneri doganali, dazi, imposte o tasse per l’esportazione e simili.

5.2 I pesi, le dimensioni, le capacità, i prezzi, i rendimenti e gli altri dati figuranti nei cataloghi, prospetti, circolari, annunci pubblicitari, illustrazioni e listini prezzi hanno carattere di indicazioni approssimative.

  1. Imballaggi
    I prezzi sono comprensivi dei costi degli imballaggi o dei mezzi di protezione necessari per evitare danni o deterioramenti della merce in condizioni normali di trasporto, per la destinazione stabilita in contratto, salvo che non sia diversamente indicato nel preventivo o nella conferma d’ordine.
  2. Consegne

7.1 Il termine di consegna è computato in giorni lavorativi, escluse le festività, i periodi di ferie e quelli coincidenti con scioperi a decorrere dalla data di accettazione della proposta di acquisto oppure, se successiva, dalla data in cui è pervenuta alla fornitrice l’eventuale somma prevista a titolo di acconto. Qualora nella proposta d’acquisto il termine per la consegna non sia indicato in giorni lavorativi, oppure lo stesso sia indicato genericamente come “urgente”, “merce in pronta consegna”, ecc., il termine di consegna si intende automaticamente convenuto tra le parti in 120 giorni lavorativi dalla data di accettazione della proposta.

7.2 Il ritardo nella consegna della merce, non dà diritto ad alcun risarcimento del danno a favore del proponente/acquirente, a meno che il termine di consegna non sia stato espressamente qualificato come essenziale e come tale accettato dalla società fornitrice. Nell’ipotesi di termine essenziale, in deroga a quanto previsto dall’art. 1457 c.c., il proponente/acquirente dovrà inviare alla fornitrice diffida ad adempiere ai sensi dell’art. 1454 c.c. Nell’ipotesi in cui il ritardo nella consegna, se contrattualmente previsto a carico della fornitrice e per motivi esclusivamente imputabili alla stessa, ecceda la tolleranza di 40 giorni lavorativi, la fornitrice sarà tenuta a corrispondere al proponente/acquirente una penale pari allo 0,5% del prezzo pattuito (esclusa IVA) per ogni settimana di ritardo, con un massimo di 4 settimane. Nel caso in cui il proponente/acquirente ritardi di accettare la consegna della merce, questa potrà essere immagazzinata a discrezione della fornitrice, a rischio e spese dell’Acquirente, anche presso terzi, con addebito delle relative spese. Per il deposito in locali della fornitrice, sarà fatturata una spesa di magazzinaggio pari al 1% del valore della merce per ogni giorno, dalla data di mancata accettazione della merce sino alla consegna. La fornitrice si riserva la facoltà di chiedere, in sostituzione delle spese di magazzino, la differenza del prezzo conseguente ad eventuali variazioni di listino che siano intervenute tra la data di consegna contrattualmente prevista e quella di consegna effettiva.
Nell’ipotesi di proposta soggetta a condizione sospensiva, il prezzo pattuito verrà automaticamente aggiornato in relazione al listino vigente al momento dell’avverarsi della condizione. Ove il ritardo nell’accettare la consegna della merce superasse i 15 giorni, la fornitrice potrà considerare risolto il contratto per inadempimento del proponente/acquirente e chiedere la penale di cui all’Art. 4.4 oltre al rimborso degli oneri di magazzino, nonché ricorrere alla clausola risolutiva espressa di cui all’Art.14.

7.3 I costi di spedizione sono a carico dell’Acquirente tranne se diversamente concordato nelle condizioni specifiche di vendita.

7.4 La merce viaggia a rischio e pericolo del proponente/acquirente, anche quando è prevista la consegna in porto franco.

7.5 L’acquirente si obbliga in ogni caso a verificare la conformità della merce ricevuta dal vettore, con quanto indicato nel relativo documento accompagnatorio e a ritirare la merce senza elevare proteste od eccezioni.

7.6 Eventuali reclami, comunque motivati, dovranno pervenire esclusivamente per iscritto entro il termine perentorio di 8 giorni dal ricevimento della merce. La lettera del reclamo dovrà contenere specifica menzione delle ragioni delle proteste suffragate da idonea documentazione probatoria. Le eventuali restituzioni devono essere precedute da idonea motivazione scritta, e comunque non saranno accettate se non autorizzate per iscritto dal Fornitore. I reclami non conformi anche solo parzialmente a quanto indicato nel presente articolo e/o privi di documentazione probatoria non potranno essere presi in considerazione dal Fornitore.

7.7 In caso di consegna di merci non corrispondenti alla Conferma d’ordine, il cliente può richiedere al Fornitore la sostituzione dei prodotti, purché abbia provveduto alla tempestiva contestazione della fornitura secondo quanto indicato all’art. 7.7. L’acquirente non potrà richiedere risarcimento danni per questo titolo, in ogni caso, allo stesso saranno rimborsate le eventuali spese di trasporto.

7.8 Fermo restando l’impegno del fornitore a consegnare la merce nel rispetto di elevati standard qualitativi di servizio, gli eventuali termini di consegna comunicati al cliente sono da intendersi indicativi e sono subordinati alla possibilità di approvvigionamento del fornitore in Italia o all’estero, nonché ai casi di forza maggiore (a titolo meramente esemplificativo: scioperi, eventi naturali, interruzioni di linee o servizi, mancanza di mezzi di trasporto, eventi politici etc.). Gli eventuali ritardi determinatisi in conseguenza delle cause sopra descritte, non possono dar luogo a responsabilità o a diritto ad indennità di qualsiasi genere a carico del fornitore.

7.9 Il fornitore si impegna a fornire, con il proprio personale, qualità e competenze di livello elevato, lo stesso non assume alcuna responsabilità per i consigli o suggerimenti che dovessero essere forniti all’Acquirente.

  1. Pagamenti e resi merce

8.1 I pagamenti devono essere eseguiti presso la sede della fornitrice, secondo le modalità convenute nella conferma d’ordine o nella proposta d’acquisto o indicate in fattura. Sui ritardati pagamenti la fornitrice è autorizzata ad emettere tratta con spese.
Nessuna contestazione dà diritto al proponente/acquirente di sospendere i pagamenti e l’inosservanza di tale patto comporta l’improcedibilità di ogni azione ed eccezione. Per i pagamenti dilazionati o nell’ipotesi d’inadempienza del proponente/acquirente, questi è tenuto a corrispondere gli interessi di mora ex. D.LGS. 231/2002.a

8.2 Se, successivamente alla conferma d’ordine, proposta d’acquisto o fattura, il Fornitore viene a conoscenza che il pagamento è messo a rischio dallo stato di insolvenza dell’acquirente, la Fornitrice si riserva la facoltà di non effettuare la consegna o di ritirare la merce nel caso in cui sia stata già recapitata e di imporre alla controparte il pagamento contestuale alla consegna o di richiedere la prestazione di idonea garanzia. In caso di rifiuto da parte dell’Acquirente o di mancato rispetto della scadenza, si avrà la facoltà di risolvere immediatamente il contratto e di richiedere il risarcimento dei danni.

8.3 In ogni caso, se l’Acquirente è in ritardo nell’effettuare i pagamenti il Fornitore può a sua discrezione:

  • Variare unilateralmente le modalità di pagamento, richiedere pagamento anticipato o altre garanzie; e/o
  • sospendere l’adempimento delle proprie obbligazioni sino a che il pagamento sia stato effettuato;

In caso di ritardo nell’adempimento, l’Acquirente autorizza la Fornitrice ad accedere nei luoghi in cui la merce è collocata per consentirne l’immediato recupero.

8.4 E’ fatta salva la possibilità del Fornitore di ricorrere alla clausola risolutiva espressa di cui all’art.14 e richiedere il risarcimento dei maggiori danni subiti.

8.5 Ai sensi e per gli effetti dell’art. 1523 del codice civile, la vendita viene effettuata con riserva di proprietà, e la proprietà dei beni si trasferirà al proponente/acquirente solo al momento dell’integrale pagamento del prezzo da parte di questi. In caso di risoluzione del contratto per inadempimento dell’Acquirente tutte le rate pagate rimarranno acquisite ai sensi dell’art 1526 C.C.

8.6 Eventuali resi di merce e/o imballi devono essere espressamente e preventivamente autorizzati dal Fornitore, che si riserva la facoltà di accettare o meno il reso. In tal caso la merce restituita dovrà essere in condizioni di totale integrità funzionale ed estetica e completa di imballo e l’Acquirente dovrà altresì fornire tutti i dati relativi alla vendita che ha originato il reso (numero di fattura e/o documento di trasporto). Non si accettano altresì resi oltre i 30 giorni dalla data di fattura del Fornitore.

  1. Modifiche tecniche

9.1 Qualora il Fornitore ritenga opportuno apportare modifiche tecniche a quanto concordato, queste sono comunicate all’Acquirente per l’approvazione; nel caso in cui l’Acquirente non comunichi il suo eventuale rifiuto entro 3 giorni dal ricevimento della comunicazione del Fornitore le modifiche si intendono approvate.

9.2 Nel caso in cui l’Acquirente richieda modifiche tecniche ai prodotti e queste siano accettate dal Fornitore, quest’ultimo non è responsabile in alcun modo per eventuali mal funzionamenti delle parti modificate, ai sensi dell’art. 10.3.

10 Garanzia

10.1 Il Fornitore garantisce la conformità del prodotto alle specifiche concordate e non è responsabile per difetti derivanti da disegni, progetti, informazioni, documentazione, indicazioni ed istruzioni forniti dall’Acquirente, o per non conformità a norme di sicurezza non espressamente specificate dall’Acquirente per iscritto.

10.2 Il Fornitore garantisce all’Acquirente esclusivamente il buon funzionamento dei prodotti oggetto del presente contratto e non risponde dell’adeguatezza delle forniture rispetto all’applicazione cui sono destinate, conseguentemente non è responsabile per il cattivo funzionamento derivante da:

  • Non corretta destinazione d’uso del prodotto;
  • Difettosa installazione, manutenzione o riparazione fatta da persona diversa da quella del Fornitore;
  • Normale deterioramento;
  • Personalizzazioni del prodotto richieste espressamente dall’Acquirente;
  • Modifiche apportate senza il consenso scritto del Fornitore;
  • Qualsivoglia circostanza indipendente di fatto dal Fornitore;

Questo elenco è considerato meramente esemplificativo e non esaustivo.

10.3 La garanzia ha durata pari a 1-3 anni a decorrere dalla data di consegna dei prodotti (in base alla tipologia del prodotto e a quanto comunicato dal Fornitore). Durante tale periodo il Fornitore si impegna a rimediare a qualsiasi imperfezione che sia conseguenza di un difetto di produzione. Vizi e difetti devono essere denunciati direttamente al Fornitore con lettera raccomandata A.R. e il proponente/acquirente si impegna a segnalare tali vizi alla venditrice entro otto giorni dalla consegna, ai sensi e per gli effetti di cui agli artt. 1490, 1495, 1511 del codice civile. La società venditrice si impegna a sostituire il prodotto difettoso e la garanzia del venditore è limitata alla sola sostituzione. L’Acquirente decade dal diritto di garanzia se non effettua la comunicazione come previsto al presente comma.
Spetta al Fornitore decidere se:

  • Riparare in loco le merci difettose, inviando i propri tecnici;
  • Farsi inviare la merce o le parti della merce difettose per ripararle;
  • Dare istruzioni ai tecnici dell’Acquirente per effettuare le riparazioni;
  • Sostituire le merci o le parti della merce difettose.

10.4 Le spese di riparazione o sostituzione della merce o di parti di essa sono a carico del Fornitore, escluse quelle di smontaggio, montaggio, trasporto da e per la sua officina, trasferte dei tecnici. Il Fornitore diventa proprietario delle merci o delle parti di merce difettose sostituite.

10.5 Nessun reclamo è preso in considerazione in caso di mancato pagamento della merce. La messa in lavoro o l’utilizzo da parte dell’Acquirente di prodotti considerati difettosi è interamente a rischio e pericolo di quest’ultimo ed esclude ogni responsabilità del Fornitore.

10.6 La suddetta garanzia esclude ogni altra responsabilità del Fornitore sia contrattuale che extracontrattuale, salvi i limiti inderogabili di legge. L’Acquirente non può vantare alcuna pretesa di risarcimento del danno a qualsiasi titolo.

10.7 L’esclusione o la limitazione della responsabilità della Fornitrice, prevista dal presente articolo si applica anche alla responsabilità per danni a titolo personale dei dipendenti, lavoratori a contratto, personale, agenti e persone di cui la venditrice si avvale per assolvere gli obblighi contrattuali.

10.8 La denuncia di vizi non consente all’Acquirente la sospensione dei propri pagamenti.

10.9 In ogni caso, se l’Acquirente non è in regola con i pagamenti delle fatture ricevute, quest’ultimo decade dal diritto di godere della garanzia.

  1. Riservatezza

11.1 Le parti si impegnano a non divulgare informazioni, disegni, documenti tecnici di cui vengono a conoscenza nell’ambito dell’esecuzione del presente contratto. Alle parti è consentito l’uso della merce o di immagini della merce oggetto del presente accordo, esclusivamente a fine pubblicitario e previa autorizzazione scritta dell’altra parte.

11.2 Le parti si obbligano a tenere come confidenziali tutti i documenti e le informazioni, inclusi, tra gli altri, i documenti e le informazioni di natura economica, finanziaria, commerciale e personale forniti da una parte all’altra (qui di seguito le “Informazioni Confidenziali”).

11.3 Le parti si obbligano a non divulgare le Informazioni Confidenziali in tutto o in parte a terzi, aziende, società o enti pubblici e a non utilizzare le Informazioni Confidenziali in nessuna altra attività, od in altro modo, se non previa specifica approvazione scritta dell’altra parte. Ciascuna parte si obbliga a trattare le Informazioni Confidenziali alla stregua delle proprie informazioni confidenziali e a tenere il massimo rigore nella custodia ed uso delle stesse.

11.4 In ogni caso di risoluzione del presente contratto, le parti si obbligano fin d’ora a restituire integralmente e tempestivamente le Informazioni Confidenziali ricevute dall’altra.

11.5 Le Parti saranno vincolate dall’obbligo di confidenzialità di cui al presente articolo anche dopo la risoluzione del contratto per un periodo di 5 (cinque) anni.

11.6 Qualsiasi disegno, documento, informazione tecnica, manuale per uso e manutenzione o relativi alla fabbricazione o al montaggio dei prodotti o a parti dei prodotti o comunque di proprietà del Fornitore, rimessi all’Acquirente prima o dopo la stipulazione del contratto, rimangono di esclusiva titolarità del Fornitore, non possono essere sfruttati per fini extracontrattuali dall’Acquirente, o copiati, riprodotti, trasmessi o comunicati a terzi senza il consenso scritto del Fornitore.

  1. Cessione
    Il presente contratto non può essere trasferito ad altri soggetti.
  2. Durata
    Queste condizioni contrattuali regolamenteranno anche le future relazioni commerciali tra la Fornitrice e l’Acquirente. Esse potranno essere risolte con preavviso di 1 mese da ciascuna delle due parti da effettuarsi tramite comunicazione all’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC). In ogni caso il Fornitore ha diritto al pagamento delle merci consegnate, di quelle in magazzino e del materiale giacente acquistato specificamente per le esigenze dell’Acquirente prima che la comunicazione di risoluzione sia pervenuta.
  3. Clausola risolutiva espressa

14.1 Il presente contratto si risolve qualora si verifichi una delle circostanze di cui agli artt. 7, 8, 11,12, oppure:

  • Il Fornitore non sia in grado di consegnare la merce ordinata a causa di incendi, restrizioni all’uso di energia, perturbazioninei trasporti, fermi di produzione, difetti o ritardi nelle consegne da parte dei propri fornitori, irreperibilità dei materiali;
  • Se il costo del prodotto subisca un aumento superiore al 10%, con riferimento ai prezzi pubblicati nel sito Internet o, in mancanza, ai prezzi del proprio fornitore;

14.2 Il contratto si risolve nel momento in cui il Fornitore dichiara di valersi della presente clausola, fermo restando che in tale ipotesi il Fornitore mantiene il diritto al pagamento delle merci consegnate, di quelle in magazzino e del materiale giacente acquistato specificamente per le esigenze dell’Acquirente, nonché al risarcimento degli eventuali danni subiti.

  1. Foro competente
    Per tutte le controversie relative all’interpretazione e all’esecuzione del presente accordo o comunque connessa con il presente contratto è competente il Tribunale di Caltanissetta (Italia).

Tutto il suddetto per confermata accettazione e benestare.

San Cataldo (CL), lì 18/03/2019

           Il Fornitore

L’amministratore unico

  (Ing. Cataldo Giammusso)